Legami di Sangue

I Legami di Sangue

Il sangue dei vampiri è così potente che ha il potere di ammaliare chiunque lo beva. Se un cainita beve per tre volte di seguito del sangue dallo stesso vampiro in tre notti diverse, si innamorerà completamente del suo nuovo “padrone” e farà quasi qualsiasi cosa per lui. Di solito il legame viene usato sui mortali (che così diventano ghoul) ma ha effetto anche sui cainiti. Il legame è così forte che neanche poteri come Dominazione o Ascendente riescono a spezzarlo (il Vampiro che vorrà assoggettare un’antagonista sotto Legame di Sangue subirà una penalità di -5), e non ha nessun limite sulla generazione della vittima, anche un antidiluviano potrebbe avere un legame di sangue con un vampiro di tredicesima generazione. Ci sono tre livelli di legame, a seconda di quante volte la vittima ha bevuto il sangue del vampiro (più bevute durante la stessa notte contano comunque come una sola bevuta).

  • Primo sorso: colui che beve inizia a sperimentare sentimenti altalenanti, ma forti nei confronti del vampiro. La vittima potrà sognare il vampiro, o trovarsi più a suo agio in sua presenza. Ogni cainita ha questo tipo di legame con il proprio sire, in quanto ha bevuto il suo sangue per poter diventare tale.
  • Secondo sorso: i sentimenti della vittima verso la persona amata iniziano a influire sulle sue azioni. Sebbene continuerà ad agire di testa sua, cercherà comunque il modo di compiacere il vampiro ritenendolo molto importante nella sua non-vita. Può agire come meglio crede ma dovrebbe effettuare un tiro su Fermezza + Volontà per nuocere direttamente al vampiro. L’influenza del vampiro è tale che può comandarlo e persuaderlo con un minimo sforzo (i tiri sociali che coinvolgono l’asservito hanno un bonus di +1).
  • Terzo sorso: il vampiro diventa la persona più importante nella vita della vittima, spasimanti, parenti e perfino figli perdono d’importanza di fronte all’importanza e alla passione creatasi verso il vampiro. A questo punto il regnate può utilizzare la Disciplina di Dominazione sull’asservito senza il contatto visivo. Inoltre se colui che è sottomesso a tale livello di legame vuole resistere a tale potere subisce un malus di -2. Un legame di sangue completo, una volta creato, è praticamente inviolabile; l’asservito si trova sotto il dominio del suo regnante e di lui soltanto. Non può essere legato a nessun altro vampiro a meno che il primo legame non svanisca “naturalmente” (in questo stato qualsiasi altro legame di sangue con altre persone viene sospeso sempre se il sangue ingurgitato precedentemente non sia un sangue “più forte” rispetto all’attuale).

È molto difficile liberarsi da un legame. C’è da aggiungere che se la vittima del Legame di Sangue non beve nuovamente il sangue del Cainita che lo ha assoggettato entro dei termini il livello del legame scende di un “sorso”, una volta raggiunto il terzo livello è facilissimo persuadere la vittima a bere periodicamente il sangue del vampiro. L’efficacia del legame diminuisce (e potrebbe anche annullarsi, a discrezione dei Narratori) se il vampiro tratta male la sua vittima. Il legame si rompe subito se il vampiro viene ucciso.

Per un vampiro è possibile, sebbene difficile, resistere ad un legame di sangue. Ciò richiede che il giocatore effettui un tiro su Fermezza + Volontà (la difficoltà è solitamente 6, anche se può essere modificata in relazione al trattamento del regnante e alla Natura dell’asservito) e accumuli un numero di successi pari alle “bevute” effettuate. L’asservito deve spendere quindi 1 Punto di Volontà. Il legame di sangue viene allora negato per un periodo variabile: da una scena (se l’asservito vuole solo ordire trame contro il suo regnante, passare informazioni al nemico, ecc…) a un solo turno (se invece vuole attaccare fisicamente il suo regnante). L’asservito può continuare a spendere Volontà per estendere la durata della “libertà”, ma una volta smesso di farlo, il legame torna con tutta la sua forza.

Un legame di sangue può essere spezzato: questo richiede non solo che l’asservito eviti il suo regnante per un lungo periodo di tempo, ma che spenda grandi quantità di Forza di Volontà per vincere la sua “assuefazione”. Così facendo l’asservito può ridurre a 0 il livello del suo legame verso il regnante, esso, in base al livello ha una durata differente:

  • al 1° stadio: 1 mese;
  • al 2° stadio: 6 mesi;
  • al 3° stadio: 1 anno.